Microsoft apre le specifiche di Outlook

Nel mio ultimo post, avevo scritto che Microsoft Outlook era un pacchetto chiuso. Devo correggere con piacere quanto affermato, perché è notizia di pochissimi giorni fa che Microsoft, mantenendo fede ad una promessa fatta tempo fa, ha pubblicato le specifiche del formato PST ed ha messo a disposizione degli sviluppatori due tool: PST Data Structure View e PST File Format Software Development Kit.
Il primo è visualizzatore grafico dei contenuti dei file PST, in sostanza un browser; il secondo invece una vera e propria libreria multipiattaforma per scrivere e creare applicazioni in grado di leggere ed accedere a tutti i dati contenuti all’interno degli archivi PST.
Entrambe i tool sono rilasciati con licenza Apache 2.0
Per i dettagli sulle specifiche questa la pagina

Ad MAiora

Apple Mail: Importare i messaggi da MS Outlook 2007

Non so dalla vostre parti, ma dove lavoro io, è un po’ di tempo che vedo sempre più colleghi comprare computer da tavolo e portatili Apple! Ne consegue, che sempre più spesso ho “clienti” che mi chiedono trucchetti e consigli su come “traslocare” da casa Microsoft a Villa Apple 😉
Una delle richieste più frequenti è come trasferire la posta elettronica(messaggi, folder e contatti) da MS Outlook a Apple Mail. Se sul sito della Apple trovate una ricca collezione di articoli e filmati su come passare da Windows a Mac OS X, quello che manca è proprio come risolvere il problema Outlook-Mail, perchè i due client di posta elettronica usano formati dei messaggi completamente diversi: Outook usa il formato proprietario “.pst“, mentre Apple Mail usa il più universale formato “.mbox“.
Nel prosieguo di questo articolo vi mostrerò come ho risolto il problema, ricordate solo che ho lavorato con Ms Outllook 2007 e Apple Mail 4.2.
Fondamentalmente si possono seguire due vie: una a pagamento ed una senza spendere niente se non un po’ di tempo in più.
La prima via è molto semplice, richiede solo l’acquisto del programma Outlook2Mail (http://www.littlemachines.com/) che, per circa 10 US$, permette di importare messaggi, contatti e calendari attraverso una unica interfaccia:

Passo 1
Passo 2

Passo 3

Il secondo metodo invece non costa nulla e, come detto, richiede solo un pochino di tempo in più. Inoltre scopriremo come ancora una volta, strumenti “open source”, rilasciati con licenza GPL(Gnu General Public License), ci aiutano a risolvere i problemi causati da chi invece il software lo “chiude”.
La prima parte della procedura verrà eseguita  sul pc dove avete MS Outlook e la seconda parte sul Mac. Inoltre ci occuperemo prima di importare i messaggi ed i folder e successivamente i contatti.
Entriamo nel vivo: Per importare i messaggi passeremo attraverso il client Thunderbird di Mozilla,

 che essendo Software Libero è più efficiente ed aperto anche agli altri formati.
Sul vostro Pc:

  • Scaricate ed installate(se già non lo avete) l’ultima versione di Thunderbird per Windows;
  • Rendete Outlook il default mail client;
  • Compattate la posta di Outlook 1. Scegliere Gestione file di dati… dal menu File.
    2. Fare clic per selezionare Cartelle personali, quindi scegliere Impostazioni….
    3. Nella scheda Generale scegliere Comprimi.
    4. Scegliere OK, quindi Chiudi.
  • Lanciare Thunderbird ed importare i messaggi usando Strumenti –> Importa –> Posta
  • Terminata l’importazione, dobbiamo eseguire, anche sotto Thunderbird,  la compattazione delle cartelle dei messaggi; dal menù File –> Compatta Cartelle (per approfondire il perchè della compattazione date una occhiata a quest’altro post)

Ora siamo pronti a spostare la nostra posta sul Mac:

  • Copiamo su di una chiavetta USB (o su qualsiasi altro supporto CD, disco esterno, etc) la cartella contenente tutta la posta; questa dovrebbe trovarsi in un percorso del tipo C:Documents and SettingsVOSTRONOMEApplication DataThunderbirdProfilesm4g3pt4g.vostronomeMail (attenzione che la stringa “m4g3pt4g” è generata casualmente, quindi per voi sarà sicuramente diversa). Se avete difficoltà a trovarla fate allora riferimento a questo articolo (in inglese) del supporto Mozilla;
  • Quindi portiamo questa cartella sul Mac e salviamola in una qualsiasi directory d’appoggio(per es. il Desktop).

Bene siamo a buon punto. Sul Mac ora ci serve un altro programma-utility: Eudora Mailbox Cleaner 4.9 (applicazione purtroppo x PowerPC che non gira con LION!!!)

Questo, a dispetto del nome legato al vecchio e glorioso programma di posta Eudora, è una utilità ancora praticissima per effettuare migrazioni di messaggi tra client di posta.

Scarichiamo il disco immagine del programma, facciamo doppio click per montarlo e trasciniamo l’icon di Eudora Mailbox Cleaner sul nostro desktop.
Il programma è semplice da usare:

  • Assicuratevi di avere chiuso Apple Mail;
  • Ora trascinate la cartella di Thunderbird(quella che avevamo appoggiato sul desktop) sull’icona di Eudora Mailbox Cleaner e selezionate le impostazioni della finestra di dialogo(vedrete che vi sarà concesso migrare solo i messaggi).
  • al termine del processo di migrazione, la cui durata dipende dal numero di messaggi che state importando, lanciate Apple Mail e se tutto è filato liscio vi ritroverete tutta la vostra posta.

Anche per importare i contatti potete seguire una via a pagamento ed una “Free Software”.
Per la prima ho trovato sui vari forum molti utenti(soprattutto dagli Stati Uniti) che suggeriscono l’acquisto di VCard4Outlook al prezzo di circa 14 Euro;
per la seconda via, quella a costo zero ho trovato questo eccellente, funzionale e libero(licenza GPL) programma: Outlook Data Export

che in pochi step consente di importare i vostri contatti da Outlook a Mail. Questo programmino è un add-in per Outlook 2007, che consente di esportare non solo contatti ma anche appuntamenti, tasks e note verso diversi formati(MSG, unicode MSG, RTF, TXT, CSV, ICS, vCard, HTML, XML).
A questo punto,  credo proprio siate pronti per mollare definitivamente il pesante Outlook e divertirvi con il più semplice Apple Mail, anche se, lasciatemelo dire, per me Thunderbird rimane il miglior client di posta elettronica!
Qui finisce questo piccolo tutorial, che a me servirà come promemoria per le prossime volte e che spero a voi possa servire per risolvere rapidamente il vostro problema.

Ad MAiora